Conoscere l’esame di terza media 2011

Statistiche dell’esame di terza media del 2010:

Studenti che hanno sostenuto l’esame: 579.869
Promossi: 576970 (99,5 %)
Bocciati: 2899 (0,5 %)
Voto medio conseguito: 7,3
Esami superati con il “10 e lode”: 7538 (1,3) %

Struttura e prassi dell’esame:

  • consegna del primo fascicolo (italiano) ad ogni candidato
  • lettura ed illustrazione delle istruzioni per la compilazione
  • inizio e fine del lavoro (75 minuti)
  • ritiro da parte della Commissione del primo fascicolo
  • pausa (15 minuti circa)
  • consegna del secondo fascicolo (matematica)
  • inizio e fine del lavoro (75 minuti)
  • ritiro del secondo fascicolo
  • fine della prova

Fascicolo Invalsi della prova di matematica:

L’esame di matematica prevede 22 quesiti sui principali argomenti affrontati durante il primo ciclo.
Le domanda sono a scelta multipla (con quattro alternative di risposta) e a risposta breve aperta che prevedono una descrizione del procedimento seguito.

Esempio di fascicolo Invalsi della prova di matematica:

Fascicolo Invalsi di italiano:

  • L’esame di italiano prevede 25 quesiti ed è diviso in due parti:

parte A – comprensione della lettura: un testo da leggere seguito da quesiti sul testo stesso (15 domande)

parte B – riflessione sulla lingua che prevede una serie di quesiti su conoscenze grammaticali (10 domande)

  • Le domande sono a scelta multipla (con quattro alternative di risposta) e a risposta breve aperta che prevedono ad esempio la trascrizione di informazioni del testo e completamento.

Esempi di fascicoli Invalsi della prova di italiano:

Esempio fascicolo italiano 1
Esempio fascicolo italiano 2
Esempio fascicolo italiano 3

Modalità particolari di svolgimento dell’esame:

La prova è obbligatoria per tutti gli alunni ammessi all’esame, compresi quelli con cittadinanza non italiana.

Per le minoranze linguistiche tedesche e slovene i testi delle prove verranno predisposti in lingua madre.

Per alunni con disabilità intellettiva la costruzione della prova è affidata alle sottocommissioni.

Gli alunni con diagnosi specialistica di dislessia sosterranno la prova con l’ausilio degli strumenti compensativi impiegati durante l’anno scolastico (tabelle, tavola pitagorica, calcolatrice, registratore, computer con programmi di videoscrittura con correttore ortografico e sintesi vocale…), oltre all’assegnazione di maggior tempo per lo svolgimento della prova stabilito dalla commissione (di norma 20 minuti).

Per gli alunni con disabilità visiva è previsto l’uso della strumentazione normalmente utilizzata (braille, lettura digitale, sintetizzatore vocale), oltre a un maggiore tempo di somministrazione (di norma 30 minuti).
Le scuole devono indicare la presenza di alunni con disabilità visiva quando compilano il report Dati scuola.

Soluzioni delle prove INVALSI 2011:

Soluzioni delle prove Invalsi 2011


Forse ti interessa anche:

  1. Date prove invalsi 2011
  2. Seconda prova scientifico 2011

Lascia un commento